Riparto “La ghianda”

scout4

Il Riparto è la branca centrale del percorso scout: la proposta, che si caratterizza per avventura ed autonomia, si rivolge a ragazze e ragazzi di un’età solitamente compresa tra gli undici ed i sedici anni. E’ il momento dell’avventura, della competenza, della vita all’aria aperta, del campo, della veglia alle stelle, dell’autonomia.

Le guide (le ragazze) e gli esploratori (i ragazzi) partecipano alle attività organizzate dal Riparto entrando immediatamente in una Squadriglia, piccola “banda” monosessuata che assume il nome di un animale tra quelli elencati su “Scouting for boys” e che è guidata da un capo squadriglia coadiuvato da un vice.

Il sistema delle Squadriglie è uno dei fondamenti della proposta di Riparto: esse infatti sono delle realtà autogestite dai ragazzi che contribuiscono, ciascuno secondo la propria età e le proprie competenze, al suo funzionamento, sia dal punto di vista della gestione economica, che per ciò che concerne l’organizzazione di attività e imprese, di piccole uscite… Il risultato è una graduale responsabilizzazione dei ragazzi, che godono di un rapporto di fiducia tra loro e con il Capo Riparto.28056673_656978578026482_957575262308495824_n

La responsabilità educativa del Riparto ricade sulla Pattuglia Direttiva presieduta dal Capo Riparto; tuttavia la gestione delle attività o delle “imprese” così come l’organizzazione dei campi e delle uscite è compito del Consiglio Capi, organismo composto dai Capi Squadriglia e dal Capo Unità che, insieme, coordinano ed animano praticamente la vita del Riparto.

trail-2782744_960_720

Il Sentiero, ovvero il cammino che la guida o l’esploratore segue negli anni di permanenza in questa branca, è scandito da alcuni passi importanti: dopo che il Piede Tenero avrà ricevuto il fazzolettone del gruppo e l’uniforme, divenendo Novizio, e avendo pronunziato la Promessa dinnanzi al Riparto, conseguirà le tappe di Esploratore di seconda classe e Esploratore di prima classe. Le specialità, con le rispettive trecce, permettono alla guida e all’esploratore di riconoscere e sviluppare i propri talenti, imparando a porli sempre a servizio della comunità della Squadriglia e del Riparto.

Ogni Riparto d’Italia assume un nome particolare. Il gruppo A.S.C.I. Palazzolo A.1 ha battezzato la propria unità “La Ghianda“.ghiande-1

Il nome non è assolutamente casuale, ma assume un valore simbolico ben determinato. E si parte da una frase del Capo Scout del Mondo, Baden Powell:

“Se mai disperi di poter conseguire il successo nella vita a causa dei tuoi modesti inizi, ricordati che anche la quercia – quell’albero grande e forte – cominciò all’inizio come una piccola ghianda giacente al suolo”

ghiandaBP

Il Riparto del Palazzolo 1 si riconosce pienamente in questa citazione. Per diventare una quercia ed affondare solidi radici, abbiamo scelto di essere una piccola ghianda. Un frutto umile, i cui colori indossiamo al collo, che contiene in sé, in potenza, quell’albero poderoso da cui è nato. Siamo coscienti di essere piccoli, con le nostre forze modeste e forti solo del nostro entusiasmo, e vogliamo rimanere tali: desideriamo abbandonarci alla Provvidenza, sicuri che non ci farà mancare l’aiuto necessario per andare avanti, crescere e, con le nostre fronde, fare ombra. Per lasciare questo mondo migliore di come l’abbiamo trovato.

 

Il 17 Settembre 2017, davanti al simulacro della Madonna Addolorata portata in processione, il Riparto ha affidato se stesso e tutti i suoi membri all’amore di Maria, madre di Dio e madre nostra: gli scout hanno da sempre una gran devozione per la Madonna. Da allora, ogni anno il Riparto si ritrova per rinnovare l’Atto di Affidamento alla Madonna degli Scout, regina dell’A.S.C.I. e nostro sostegno.

O Maria,
nome dolcissimo e caro al mio cuore,
Salve!
A te, madre di Dio e madre mia,
rinnovo solennemente il proposito di essere tuo figlio e fratello di Gesù.
Affido me stesso, il mio Battesimo, la mia Promessa scout,
la mia famiglia e il mio Riparto
al tuo materno amore.
A te,
che il papa ha posto a Patrona,
condottiera e sostegno dell’A.S.C.I. e di tutti gli scout cattolici,
io rivolgo ora il mio sguardo
e nei tuoi occhi vedo l’amore di Dio per me.
Te scelgo di avere ad esempio
lungo il sentiero della mia giovinezza,
per imparare ad essere un ragazzo responsabile,
un figlio amorevole, un amico fidato.
Benedicimi, allora, Mamma Celeste,
ed aiutami a vivere da fedele discepolo di Gesù,
fratello di tutti,
a maggiore gloria di Dio.

IMG_20170915_164159
Tavola incisa a ricordo dell’Atto di Affidamento
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...