Il Motto Scout

Compendio della Promessa e della Legge è il motto scout, “be prepared”.

Il motto è una collezione di parole o, come in questo caso, una frase che descrive le intenzioni di un gruppo o di un movimento: la sua proclamazione sintetizza i principi dell’organizzazione, fornendo all’esterno una immediata percezione delle proprie peculiarità.

estote-parati-2Molteplici sono le traduzioni del motto scout nelle varie lingue locali. In Italia, oltre alla traduzione letterale “siate pronti”, il motto “be prepared” è tramandato anche in latino, seguendo una tradizione che ha avuto origine con lo scoutismo ed il giudismo cattolico di ASCI e di AGI. Con i simboli propri del nostro metodo, il cartiglio recante il motto e posto alla base del giglio in molte associazioni ha sempre i bordi verso l’alto, come il sorriso che deve caratterizzare un esploratore ed una guida.

Nella ultima lettera agli Scouts, il suo commiato ai ragazzi del Movimento di ieri e di oggi, il Capo Scout del Mondo invitava a meditare le sue parole. E anche qui c’è un preciso richiamo all’essere pronti:

“Preoccupatevi di lasciare questo mondo un po’ migliore di come lo avete trovato e, quando suonerà la vostra ora di morire, potrete morire felici nella coscienza di non aver sprecato il vostro tempo, ma di avere fatto “del vostro meglio”. Siate preparati così a vivere felici e a morire felici.”
(B.-P.)

book-scouting-for-boysParafrasando le sue parole, il senso del motto sembra essere una precisa esortazione alla felicità, a vivere felici, di quella felicità che consiste nel “procurare la felicità agli altri”. Preparati ad accogliere la felicità, a fare la felicità, ad essere felicità. E a morire felici, sapendo di aver fatto tutto ciò che ci era possibile.

Il motto scout è “Sii preparato”, ciò significa che vi terrete sempre pronti, in spirito e corpo, a compiere il vostro dovere.
Siate preparati nello spirito, avendo costretto voi stessi alla disciplinata obbedienza a qualsiasi ordine ed anche per aver riflettuto in anticipo su ogni incidente o situazione che possa presentarsi, in modo da sapere la giusta
cosa da fare al momento opportuno ed essere decisi a compierla.
Siate preparati nel corpo, per esservi resi attivi, forti e capaci di fare la giusta cosa nel momento opportuno, e farla.
(B.-P., Scouting for boys)

Anche Agnes, nel libro per il Movimento femminile, “How girls can help to build up the empire”, scrive:

“Il motto delle Guide è “be prepared”. Perché? Perché, come le altre guide, dovete essere preparate in ogni momento ad affrontare le difficoltà e anche i pericoli sapendo cosa fare e come farlo”.
(Agnes Baden Powell)

“Estote parati” è una locuzione che si trova nel Vangelo di S. Matteo:

“Et vos estote parati quia nescitis hora Filius hominis venturus est” (Mt 24, 44)

“Anche voi siate pronti perché, nell’ora che non pensate, il Figlio dell’uomo verrà”.

ed appartiene al Discorso Escatologico che pronuncia Gesù, l’ultimo grande insegnamento del Maestro.
Sinotticamente, nel Vangelo secondo S. Luca si riportano queste parole:

“Et vos estote parati, quia qua non putatis Filius hominis venit” (Lc 12, 40)

“Anche voi siate pronti, perché il Figlio dell’uomo verrà nell’ora che non pensate”.

“Estote parati”, “Siate pronti”. Nel corpo e, soprattutto, nella vita spirituale, attendendo vigilanti, come le sette vergini sagge di cui ci parla il Vangelo, l’incontro con il Signore Gesù. Essere pronti a dare un senso vero ed autentico alla nostra vita ed al tempo che ci viene concesso. Essere pronti a sostenere il combattimento spirituale a cui fa riferimento S. Paolo nella lettera alla comunità di Efeso, essere attenti ad osservare fedelmente la Sua parola, essere pronti a riconoscere il Suo volto nei fratelli, nei più piccoli, in quelli nei confronti dei quali ci facciamo prossimo. Essere pronti a vivere avvertendo sulle nostre spalle il senso della responsabilità di chi ci circonda. E, alla fine, essere pronti al momento nel quale saremo chiamati a presentarci al Suo cospetto e Lo guarderemo faccia a faccia.vergini

Annunci