Il Presepio Esegetico “Io sono la vite, voi i tralci”

Tutto è iniziato nel mese di Novembre, dopo l’uscita che la Pattuglia di adulti avrebbe dovuto vivere e che è purtroppo sfumata per alcuni problemi sorti all’ultimo momento. “Perché non occasioniamo un progetto da condividere, in cui ciascuno di noi possa lavorare manualmente insieme agli altri?”. Così, con questa semplice domanda, è nata l’idea di realizzare il Presepio Esegetico che in questi giorni si può ammirare nell’androne della chiesa “S. Cuore di Gesù” annessa al Convento dei Cappuccini, nella nostra bellissima Palazzolo.

Peculiarità del Presepio Esegetico “La Tradizione nel segno della Pace”, giunto alla sua VIII edizione, è l’approfondimento di un brano della Sacra Scrittura e che si concretizza o nella sua raffigurazione artistica o nell’ispirare una idea che diventa base per la realizzazione dell’opera stessa. Scopo del lavoro non è quello di creare un plastico della Betlemme antica ma, utilizzando scenografie e materiali consegnatici dalla tradizione, ispirare nello spettatore una riflessione, donando un momento di preghiera e di contemplazione del Mistero del Natale davanti alla Luce della Pace da Betlemme, la Fiamma che arde nella Basilica della Natività.

La riunione seguente è stata tutto un fremito. La Pattuglia è stata invitata alla riflessione sul senso della condivisione, del servizio e della fede: ciascuno ha scritto un pensiero su un cartoncino raffigurante un ramo e… sorpresa: tutti i biglietti avevano una radice comune! È sorta così l’idea dell’albero che domina il Presepio e che ne costituisce il cuore.

Certo, tra il dire e il fare passa un bel po’ di acqua e per noi la difficoltà è stata quella di riuscire a fissare in modo solido il nostro albero. Ma nulla che una buona progettazione e qualche legatura non riesca a fare: siamo scout! Fatto ciò, il Presepio ha preso sempre più forma, nonostante le assenze di metà della Pattuglia e altre inevitabili difficoltà logistiche. Ma giovedì 19 dicembre il Presepio Esegetico intitolato “Io sono la vite, voi i tralci”, alle 22:30 circa è stato ultimato. Che emozione vederlo finalmente completo! Tutti i presenti, nonostante la stanchezza, hanno indugiato non poco ad andar via, rapiti da una installazione che nella più assoluta semplicità riesce ad ispirare preghiera.

Forte è il simbolismo espresso, che proveremo a raccontare. La radice è rappresentata dalla Grotta: l’adorazione dei Magi fa da contrasto alla totale indifferenza dei personaggi alla base, che sembrano incuranti di ciò che accade e i cui sguardi sono rivolti in basso. Il grande albero, ben illuminato e dominato dall’angelo, ritrae l’annunzio ai pastori, raffigurati con le greggi sparse nei vari rami: sono loro, i nostri sacerdoti, sensibili alle parole di Dio, che affidiamo noi stessi per scendere dai nostri individualismi e tornare alla fonte, all’essenziale, alla radice, a Gesù.

Il Presepio Esegetico “La Tradizione nel segno della Pace” – “Io sono la vite, voi i tralci è visitabile durante gli orari delle funzioni liturgiche, ogni giorno dalle 17:00 alle 18:15, nei giorni 1 e 6 Gennaio dalle 17:30 alle 20:00 e nelle giornate 16/17/18 Gennaio, in occasione delle Sacre Quarantore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...