Campo Estivo 2018, “i vostri nomi sono scritti nei cieli”

Un anno ricco, che abbiamo provato a raccontarvi anche in questo piccolo spazio, ha trovato la sua sintesi nel Campo Estivo. Non un semplice grest, non una specie di saggio, non un “campus”. No, siete lontani dalla realtà! Il Campo Estivo è una esperienza unica, una grande avventura. Ma lasciamo la parola al nostro caro Baden Powell:

Il campo è la parte gioiosa della vita di uno scout. Vivere fuori, all’aperto, tra montagne ed alberi, tra uccelli ed animali, tra mare e fiumi, in una parola vivere in mezzo alla natura di Dio, con la propria casetta di tela, cucinando da sé ed esplorando: tutto questo reca tanta gioia e salute, quanta mai ne potete trovare tra i muri ed il fumo della città.

E, rivolgendosi ai Capi, B.-P. ebbe a scrivere:

Il campo è la più grande occasione per il Capo per osservare le caratteristiche della personalità di ciascuno dei suoi ragazzi, rendersene conto e quindi prendere le misure necessarie per svilupparle; i ragazzi stessi dal canto loro acquistano le doti che formano il carattere, insite nella vita di un campo. È al campo che qualità come la disciplina, l’ingegnosità, l’arte di sapersela cavare in ogni circostanza, la fiducia in se stessi, l’abilità manuale, la tecnica pioneristica, la tecnica del pilotaggio di una barca, lo spirito di squadra, la conoscenza della natura ecc. possono tutte essere assimilate dai ragazzi sotto la guida allegra e simpatica di un Capo che li sappia comprendere. Una settimana di questa vita vale sei mesi di istruzione teorica in sede, per utile che quest’ultima possa essere.

Il Riparto “La Ghianda”, dal 3 al 12 luglio 2018, nei pressi di Noto (Sr) ha realizzato il proprio Campo Estivo. Un campo insolito e bellissimo, dato che è stato vissuto insieme ai nostri fratelli scout del Reparto “Ursa Maior” del gruppo C.N.G.E.I. di Noto: le Squadriglie Aquile, Leopardi e Volpaquile, catapultati nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, ed accolti dal preside Silente e dal professor Piton, hanno approfondito le proprie conoscenze magiche per poter conseguire il titolo di Maestro.

Il nostro arrivo al Campo è stato, sin da subito, segnato da una piacevolissima sorpresa, dal momento che abbiamo notato alcuni ragazzi con il fazzolettone e la camicia azzurra: era la Squadriglia Aquile del gruppo A.G.E.S.C.I. Verona 20, che ha partecipato per due giorni alla nostra avventura, al termine di una loro impresa. E’ stato davvero molto bello fare amicizia con gli scout veronesi, appositamente venuti per conoscerci, e ritrovarci insieme a seguire una sola Legge Scout! Così i primi due giorni, nonostante la fatica delle costruzioni da campo, sono stati resi leggeri dalla loro simpaticissima presenza.

Le costruzioni! Che fatica!
Eh già: realizzare ciò che serve ad un campo di ben dieci giorni, lo confessiamo, non è stato affatto facile! Tenda, tavoli, cucine, magazzino, latrina, zona gioco, bivacco… Eppure, una volta completati gli angoli di Squadriglia, che soddisfazione! E’ stato molto bello realizzare la nostra “casa” a nostra misura!

Ma che si fa ad un campo scout? Rispondere non è facile: nelle varie giornate si sono susseguite una serie di attività così intense! Uno dei momenti più belli è stato, sicuramente, quello dell’arrampicata (anzi, delle due: una a corda libera, all’interno di una piccola grotta, e l’altra a parete, mentre superavamo un dislivello di oltre venti metri!), ma anche la ricerca dei fuggitivi ci ha molto impegnato, con la ricerca delle tracce; e che dire delle partite a Quidditch?

Meravigliosa è stata la veglia alle stelle, guidata dai nostri capi: tra uno stiracchiamento e uno sbadiglio, ci siamo sdraiati di notte, lontano da tutto e da tutti, a guardare le stelle e a riflettere sul motto di questo campo, preso dal Vangelo: “i vostri nomi sono scritti nei cieli”. Alla veglia hanno fatto seguito le Promesse scout, pronunziate al campo da alcuni ex-lupetti, che si sono impegnati a seguire la Legge. E a proposito di Legge, come non ricordare il processo alla Legge? Dopo un acceso dibattito tra gli avvocati dell’accusa e il legale della difesa, la Giuria popolare composta da tutti noi si è espressa quasi all’unanimità per l’assoluzione della Legge, accusata di essere vecchia, incomprensibile, poco attuabile e limitativa della nostra libertà!

Il momento più solenne (ma anche più gioioso) del campo è stato sicuramente quello della Celebrazione Eucaristica, che il nostro Assistente padre Emilio ha presieduto direttamente al campo, alla presenza dei nostri genitori. Un momento di vera festa, che è proseguito con la visita al campo e con il lauto pranzo portato dalle mamme. Naturalmente ogni banchetto che si rispetti non può concludersi senza un momento di gioco: e allora tutti in pista a sfidarsi a roverino!

Chi ha avuto modo di leggere i libri di Harry Potter, si starà domandando: e “colui che non deve essere nominato”? Sconfitto, dopo un epico scontro con i Mangiamorte che, se da un lato sono stati più rapidi di noi a recuperare i nostri vessilli, dall’altro sono stati annientati dalla nostra forza di volontà.

Per dovere di cronaca, nell’attesa di pubblicare la Gazzetta del Profeta che ha accompagnato le nostre giornate di campo, riportiamo i vincitori delle prove:

  • Stile: Serpeverde – Palazzolo 1
  • Stile: Grifondoro – Noto 1
  • Pioneristica: Tassorosso – Palazzolo 1
  • Pioneristica: Serpeverde – Palazzolo 1
  • Gara di cucina: Grifondoro – Noto 1
  • Giornalismo: Grifondoto – Noto 1
  • Coppa Tre Maghi (percorso Hebert): Corvonero – Noto 1
  • Coppa delle Case: Grifondoro – Noto 1

Gazzetta-del-Profeta-001

Il Campo Estivo si è concluso con la premiazione e la consegna degli attestati firmati dai due Capi Riparto: un momento caratterizzato dalla semplicità, ma che riconosce il nostro valore. Il valore di un Riparto giovane, pronto, audace e capace. In una parola, “scout”.
Buona Caccia

P.S.: hey, dove andate? E’ appena giunto un gufo dalla Redazione! Ecco a voi il numero speciale della Gazzetta del Profeta, il giornale preferito di maghi e streghe!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...