Alla ricerca delle Aquile Randagie

time_machineImmagina di salire su una macchina del tempo.

Torniamo al 1928, ad una domenica. È la sera del 22 aprile. Duomo di Milano.

Tanti ragazzi in uniforme, intonando canti tristi, piangono. Depongono ai piedi dell’altare gli alpenstock, i guidoni e i loro bastoni davanti ai Commissari ed ai loro Capi. Ecco le Fiamme, simboli dei Riparti: che succede?

Si sta sciogliendo l’A.S.C.I. Sì, hai capito bene.

Il governo fascista di Benito Mussolini, infatti, con la legge numero 5 del 9 Gennaio 1927, una delle cosiddette “leggi fascistissime”, ha dichiarato soppressa l’Associazione Scout Cattolici Italiani. Il regime fascista non sopporta quei ragazzi che fanno la Buona Azione, aiutando il prossimo in ogni circostanza. No, troppo pericolosi. I giovani devono essere istruiti solo ad obbedire ciecamente al duce ed al fascismo, crescendo nell’Opera Nazionale Balilla! Lo Scoutismo è dichiarato illegale.

22426517_1555234661208178_7674646200431737585_oQuella stessa sera, negli stessi minuti, in una chiesa sotterranea di Milano, San Sepolcro, proprio di fronte la Casa del Fascio, ecco un lupetto, Ciacco, che pronunzia la Promessa. Gli scout del gruppo Milano 2 decidono di ribellarsi, di non obbedire ad un ordine ritenuto ingiusto. Senti ciò che dicono? “Noi promettiamo di resistere un giorno in più del Fascismo”.

Sì, stai assistendo alla nascita delle Aquile Randagie!

Quel Riparto, quel gruppo di ragazzi coraggiosi!

kelly_coloriEccoli accogliere anche scout di Monza e…guardali! Hanno assunto dei nomi di battaglia per non farsi scoprire: Kelly, ad esempio, è Giulio Cesare Uccellini e Baden è don Andrea Ghetti! Stanno facendo attività, campi nella Val Codera, sembra tutto normale. In realtà devi sapere che stanno correndo un grande rischio: se la polizia dovesse sorprenderli, passerebbero i guai! Ecco perché lasciano messaggi cifrati, con quello strano alfabeto: comunicano a distanza in morse, con i segnali di pista: nessuno deve sapere dove si riuniscono e cosa fanno.

Ed ecco perché li vedi scappare in bici, con l’uniforme nascosta: la indosseranno appena fuori città! Non stanno fuggendo da una realtà ostile, ma stanno imparando, a costo della vita, ad essere liberi, a pensare con la loro testa, ad essere scout!

aquileRandage2Ma – lo sai – gli scout non pensano solo a sé stessi. Vedi quel foglio di carta con il titolo, “Estote Parati”? Fa parte di un giornale stampato in segreto: lì le Aquile cercano di diffondere le poche, belle notizie in un periodo triste come quello della guerra e cercano di dare speranza agli altri.

Che fieri che sono nelle loro uniformi, ma quanti pericoli stanno correndo! Eppure seguono la loro, la nostra Promessa. Guarda, prendi quel foglio tra le mani. Lo leggi?

“Non non spariamo, non uccidiamo, noi serviamo”.aquile-randagie-stemma_large


“VIENI A PRENDERE OSCAR PER FARE UNA PASSEGGIATA”

“OSCAR TI SALUTA”

Hai capito che furbi?

Oscar non è una persona! Hanno escogitato questo sistema per evitare di essere scoperti. In realtà O.S.C.A.R. sta per Opera Scout Cattolica Aiuto Rifugiati: stanno aiutando prigionieri politici, ebrei, militari italiani, inglesi ed americani a fuggire dai nazifascisti! Famiglie, bambini, giovani, donne vengono aiutati a scappare ed a salvarsi. È il loro modo per osservare la Legge: “Lo Scout è sempre pronto ad aiutare gli altri”11169415_10204977201045785_4922001006199320527_n

16 anni, 11 mesi e 5 giorni: è la storia delle Aquile Randagie nel periodo chiamato “Giungla Silente”, quando lo Scoutismo fu dichiarato illegale. 16 anni, 11 mesi e 5 giorni. Un giorno in più del Fascismo; quando l’A.S.C.I. risorse e le Fiamme ripresero a sventolare alte nel cielo d’Italia.

calendario55

2 pensieri riguardo “Alla ricerca delle Aquile Randagie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...